PER LE IMPRESE

Come monitori lo stato di salute della tua Azienda?

Lo sai che il 16 Marzo 2019 è entrato in vigore l'art. 4 del D.L. 155/17? Sai già cosa fare per essere in linea con il nuovo art. 2086 comma 2?

SCOPRI DI PIU'

PER I PRIVATI

Che vantaggi avresti associandoti?

Quali e quanti vantaggi avrai aderendo ad ADIR o rinnovando la quota associativa 2019?

SCOPRI DI PIU'

ANOMALIE FINANZIARIE

Anatocismo, usura o truffa vera e propria?

Sei sicuro che il tuo intermediario finanziario, la tua banca o il tuo concessionario imposte non ti abbian "messo le mani in tasca" indebitamente?

SCOPRI DI PIU'
AssoDir Associazione per i diritti degli investitori e dei risparmiatori

Bolla


Potrebbe scattare dopo la nuova iniezione di capitale in Veneto Banca, soprattutto se a intervenire per il salvataggio sarà il Fondo Atlante, già azionista di maggioranza di Vicenza

Si delinea una strada obbligata per le banche venete in sofferenza: la fusione.

L’ipotesi non più peregrina, e che ripropone un’idea che era stata scartata un paio d’anni fa, potrebbe scattare all’indomani della nuova iniezione di capitale di Veneto Banca, soprattutto se a intervenire per il salvataggio sarà il Fondo Atlante che ha già chiarito, però, che la condizione per una partecipazione di questo genere è la quota di controllo, ovvero il 50,1% dell’istituto di Montebelluna.
LEGGI ANCHE:

A quel punto Atlante, che di fatto “possiede” con una percentuale di gran lunga maggiore la Popolare di Vicenza, si troverebbe a dover decidere quale soluzione migliore per un risanamento rapido delle due banche.
Non che due debolezze insieme costituiscano una forza, ma attraverso la valorizzazione delle filiali doppie (ovvero in sovrapposizione) e una ristrutturazione ragionata, non è detto che l’operazione non possa quadrare.
Penati, il numero uno di Quaestio Sgr, aveva detto ieri a Trento di augurarsi “di non essere socio di un’altra banca”, come dire: auspico che l’operazione di aumento di capitale di Veneto Banca (che si apre lunedì per chiudersi il 20 giugno) si concluda senza che un intervento di Atlante si renda necessario.
Se questa ipotesi invece non si concretizzasse, l’intervento del Fondo è scontato. Guzzetti, presidente di Fondazione Cariplo, lo ha ribadito: Atlante farà la propria parte.
Non è un mistero che Alessandro Penati stia lavorando anche su altro, ovvero la cessione di Popolare Vicenza. Negli obiettivi del Fondo c’è un’operazione di risanamento da completare rapidamente, entro un orizzonte temporale di 18-24 mesi, che sarebbe già un record. Ma che potrebbe risolversi anche prima, se è vero che starebbe preparando “una sorpresa” per la fine dell’anno...

Se vuoi leggere l'intero articolo, CLICCA QUI.

FONTE: MESSAGGERO VENETO

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 
Se ti è piaciuto questo articolo, ti chiediamo una piccola cortesia:
molta gente reputa (stupidamente) che tutto quel che non ha un prezzo non abbia un valore.

Se ritieni che quel che hai appena letto GRATUITAMENTE, un valore ce l'abbia, dacci una mano a far capire i nostri sforzi per diffondere la vera cultura finanziaria, condividendoli con le persone a te care oppure effettuando una donazione anche di 1 solo Euro, cliccando sul pulsante qui sotto:

 

Ci aiuterai ad aiutare chi ha veramente bisogno di aiuto!

 

 

RIMANI AGGIORNATO: INSERISCI SUBITO I TUOI DATI QUI SOTTO PER RICEVERE LA NOSTRA NEWSLETTER

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information